Botox, ne parla la dottoressa Ludovica Valentini

Ringiovanimento Vulvare
Ringiovanimento Vulvare, ne parla la dottoressa Ilaria Maggi
giugno 14, 2018
Mastoplastica riduttiva
giugno 14, 2018

Botox

La tossina botulinica è usata da molti anni per uso estetico da prima anche in campo neurologico ed oculistico, nel torcicollo spasmodico, nello strabismo come nel blefarospasmo. In ambito estetico è usata per trattare le rughe del terzo superiore del viso (glabella, fronte e zampe di gallina). Per le restanti indicazioni viene fatta come “off-label” e sotto la responsabilità del medico e del paziente che dichiara di esserne a conoscenza.

Sono sufficienti poche iniezioni nei muscoli interessati per diminuirne la forza contrattile con la conseguente riduzione delle rughe sovrastanti ottenendo distensione della fronte, sollevamento delle sopracciglia e distensione delle rughe “zampe di gallina”.

La tossina non agisce immediatamente, ma nell’arco di 5-15 giorni. Dopo un tempo variabile che solitamente va dai 4 ai 6 mesi), l’effetto scompare e il trattamento va ripetuto per mantenere i risultati.
A volte, raramente, l’effetto terapeutico non è evidente. In questo caso è possibile un ritocco nell’arco di circa 15 giorni, dopo di che la tossina non va ripetuta almeno per 3 mesi.

Botox, le ragioni estetiche della sua pratica

Tutti vorrebbero fermare il tempo, bloccare l’aspetto ad un determinato periodo e non invecchiare più. Purtroppo non è possibile, nessuno c’è mai riuscito. Giorno dopo giorno la vita si imprime sui tratti del nostro viso e del nostro corpo, lasciando segni.

Arrestare questo processo è impossibile, come abbiamo detto, ma sicuramente si può ritardarlo e mitigarlo. Tra i vari metodi che la medicina estetica offre, il Botulino è sicuramente uno dei più usati.

Cos’è il Botulino?

Il Botulino è una sostanza la cui iniezione favorisce la distensione dei muscoli facciali. Le infiltrazioni possono contrastare i segni d’invecchiamento dovuti soprattutto all’attività dei muscoli mimici. La riduzione della mobilità dei muscoli mimici permette una progressiva distensione cutanea e una buona riduzione delle rughe d’espressione.

Quando effettuare un BOTOX?

Questo tipo di trattamento non aiuta solo a ridurre la comparsa delle rughe d’espressione ma può essere utilizzato per risolvere diverse altre patologie come la sudorazione eccessiva e il blefarospasmo.

Tra gli inestetismi e le problematiche che si possono trattare con il Botulino troviamo:

  • Rughe frontali: rughe orizzontali che compaiono nella zona della fronte
  • Rughe interciliari
  • Rughe delle labbra collocate intorno alla bocca tra cui il così detto codice a barre
  • Rughe e solchi glabellari che si formano tra le sopracciglia
  • Zampe di gallina: rughe caratteristiche che si formano intorno all’occhio
  • Iperidrosi ossia l’eccessiva sudorazione di mani, piedi e ascelle
  • Blefarospasmo

I vantaggi del Botox

Spesso si parla dell’utilizzo alternativo del Botulino, al di fuori del contesto rughe, e la sudorazione o iperidrosi è sicuramente uno di quei casi.
In questo caso infatti è possibile aiutare tutte quelle persone che soffrono di sudorazione eccessiva tramite infiltrazioni di Botulino che va a bloccare la sudorazione in diverse zone del corpo come le mani, i piedi e le ascelle.
Ovviamente si tratta comunque di un trattamento temporaneo che però riesce a garantire risultati soddisfacenti per 6 mesi circa. Le iniezioni di Botulino per l’iperidrosi sono consigliate, quindi, ogni circa 6 mesi in seguito ad un consulto con il medico estetico.

Come si realizza il trattamento di Botox 

Diversamente da un intervento chirurgico il trattamento Botulino non richiede riposo assoluto: si tratta infatti di una procedura ambulatoriale durante la quale il Botulino viene iniettato tramite un sottilissimo ago all’interno dei muscoli mimici responsabili delle rughe d’espressione.

Il trattamento in questione, da effettuarsi esclusivamente presso degli specialisti, può durare dai 15 ai 20 minuti e si esegue senza anestesia. Nella maggior parte dei casi le normali attività possono essere riprese il giorno stesso. L’effetto potrà essere visibile dopo circa 7 giorni dal trattamento e la durata è stimata intorno ai 4/6 mesi, dopodiché, gli effetti andranno scomparendo in modo graduale.

Da quale età è possibile eseguire l’intervento di Botox

Le infiltrazioni di Botulino si possono eseguire senza limitazione di età a patto che il paziente sia maggiorenne: per persone al di sotto dei 18 anni vi dovrà essere un’indicazione terapeutica del proprio medico per procedere, anche se generalmente l’uso di questa sostanza non è raccomandata al di sotto di 12 anni.
Per quanto riguarda fino a che età ci si può sottoporre, non esiste una limitazione che porta ad un risultato nullo. Chiunque, fino ai 90 anni, può intervenire sul proprio aspetto consultando un medico estetico professionista.

Il risultato dopo il Botox

Le infiltrazioni di botulino rilassano temporaneamente i muscoli mimici responsabili della formazione delle rughe. La conseguenza è che viene interrotto lo stimolo meccanico alla formazione della ruga e conseguentemente la pelle si distende eliminando il segno cutaneo. Con questo trattamento le rughe di origine mimica vengono ridotte per un periodo di tempo in cui durano gli effetti del trattamento. Verso la fine di questo periodo i muscoli mimici riprendono progressivamente la loro mobilità e quindi si iniziano a formare nuovamente le rughe. Verso la fine dell’effetto del botulino è possibile ripetere il trattamento senza alcun rischio.
Il grado di soddisfazione del risultato normalmente è molto alto ed è proprio questo il motivo per cui il paziente tende a ripetere la seduta 1 o 2 volte all’anno. I risultati possono ovviamente variare in base alla diverse caratteristiche del singolo paziente.

Comments are closed.