Medicina estetica

Interventi di medicina estetica: Maggi Valentini chirurghi

Botox

La tossina botulinica è usata da molti anni per uso estetico da prima anche in campo neurologico ed oculistico, nel torcicollo spasmodico, nello strabismo come nel blefarospasmo. In ambito estetico è usata per trattare le rughe del terzo superiore del viso (glabella, fronte e zampe di gallina). Per le restanti indicazioni viene fatta come "off-label" e sotto la responsabilità del medico e del paziente che dichiara di esserne a conoscenza. Sono sufficienti poche iniezioni nei muscoli interessati per diminuirne la forza contrattile con la conseguente riduzione delle rughe sovrastanti ottenendo distensione della fronte, sollevamento delle sopracciglia e distensione delle rughe “zampe di gallina” . La tossina non agisce immediatamente, ma nell'arco di 5-15 giorni. Dopo un tempo variabile che solitamente va dai 4 ai 6 mesi), l'effetto scompare e il trattamento va ripetuto per mantenere i risultati.A volte, raramente, l'effetto terapeutico non è evidente. In questo caso è possibile un ritocco nell'arco di circa 15 giorni, dopo di che la tossina non va ripetuta almeno per 3 mesi.

Filler Acido Ialuronico

L’acido ialuronico è un polisaccaride (ZUCCHERO) naturale presente in tutti gli organismi viventi. L’acido ialuronico iniettabile per uso estetico è di sintesi (fermentazione batterica) Tale sostanza, a differenza del collagene, è esente dal rischio di reazioni di tipo allergico (come risulta da un’ampia letteratura a livello mondiale). Con l’acido ialuronico è possibile ridurre la profondità delle rughe ed aumentare i volumi sottocutanei. Si può anche aumentare il contorno, il volume e la carnosità delle labbra.
Nella fase successiva l’impianto, per alcuni giorni e raramente, si riscontra gonfiore ed arrossamento della parte trattata che di norma regredisce spontaneamente senza nessuna altra complicanza; raramente si possono formare dei piccoli ematomi. Sono descritti noduli immediati e tardivi. Nei 2-3 giorni successivi il trattamento, sarà opportuno evitare l’esposizione a temperature troppo calde o troppo fredde.La durata della correzione è variabile in base alla frequenza con cui viene sollecitata la zona sede dell’impianto; in media possiamo considerare un tempo di circa 6 mesi, ma può essere anche molto meno o anche più, ed in ogni caso è variabile da paziente a paziente e dal prodotto
L’impianto di acido ialuronico non è particolarmente doloroso. Si può utilizzare una crema anestetica mezz'ora prima del trattamento.

 

Rivitalizzazione

Consiste nell'iniezione di particolari sostanze come amminoacidi, acidi nucleici, vitamine, sostanze antiossidanti ed acido Ialuronico puro  che consente la rivitalizzazione del viso, collo, décolleté e mani. Serve per idratare, rivitalizzare e nutrire il derma ed il sottocute donando luminosità e turgore. Si eseguono cicli di tre sedute ogni 15 giorni due volte l’anno.
Nella fase successiva l’impianto, per alcuni giorni e raramente, si riscontra gonfiore ed arrossamento della parte trattata che di norma regredisce spontaneamente senza nessuna altra complicanza; raramente si possono formare dei lividi.
Nei 2-3 giorni successivi il trattamento, sarà opportuno evitare l’esposizione a temperature troppo calde o troppo fredde.

PRP - Bio-rivitalizzazione

La Bio-rivitalizzazione mediante l’iniezione di piastrine autologhe, viene eseguita per il ringiovanimento, la rivitalizzazione ed il nutrimento del derma e dello strato sottocutaneo.
È una tecnica che può essere eseguita a livello del viso, del collo e delle mani e che permette di ripristinare le migliori condizioni biologiche e vitali della pelle.
Utilizzando materiali autologhi, quindi propri, non esiste alcuna possibilità di reazione allergica..
Questa metodica viene eseguita mediante un prelievo di 10/20ML del proprio sangue, che centrifugato, permetterà l’estrazione delle proprie piastrine che verranno attivate mediante una soluzione e re-iniettate intradermicamente, o spennellate topicamente dopo le techiche invasive come il laser frazionato o dermaroller.
Praticamente viene stimolata la reazione fisiologica che il nostro organismo innesca dopo una ferita. Successivamente all’iniezione, anche se raramente, è possibile che si verifichino piccoli gonfiori arrossamenti ed ematomi, che regrediscono spontaneamente in alcuni giorni.
È opportuno che nei primi giorni, venga evitata l’esposizione a temperature troppo calde o fredde.
Il protocollo di questa tecnica di ringiovanimento prevede 2 sedute a cadenza mensile ed un richiamo ogni 3 mesi, mentre se si esegue topicamente dopo laser si esegue solo dopo la seduta.
Quindi sono necessari più sedute ed il trattamento va ripetuto negli anni.

 

Fili PDO

Fili di trazione